Tappa 4

Rifugio Pfeishütte – Rifugio Bettelwurfhütte

Rifugio Pfeishütte – Rifugio Bettelwurfhütte

Sulle tracce della “Wilde Bande”

Nel mezzo dei monti meridionali del Karwendel, nel Pfeis, si trova l’accogliente rifugio Pfeishütte. La quarta tappa dell’alta via del Karwendel inizia da lì, con l’attraversamento dello Stempeljoch e del Lafatscher Joch fino ad arrivare al rifugio Bettelwurfhütte.

  • Dislivello in discesa: 300 m
  • Punto di partenza: Rifugio Pfeishütte
  • Punto finale: Rifugio Bettelwurfhütte
  • Attrezzatura consigliata: stivaletti, ramponi (consigliamo gli Snowline Spikes (Snowline Spikes), pali telescopici, abbondante acqua.
  • Difficoltà: sentiero di montagna difficili/nero
Höhenprofil Etappe 4
Höhenprofil Etappe 4

Altimetro in salita

500 m

Punto più alto

2215 m

,

Distanza percorsa

8,9 km

Tempo di percorrenza / Totale

4:30 h

Dal rifugio Pfeishütte, la quarta tappa dell’alta via del Karwendel conduce al rifugio Bettelwurfhütte passando per il passo Stempeljoch. Qui si segue un sentiero che fu creato dal club di alpinisti “Wilde Bande” (“la banda dei selvaggi”), fondato nel 1878. Nel corso della tappa lo si attraversa, tra i boschi di pino mugo e i pascoli da alpeggio dello Pfeis, e si viene ricompensati con viste mozzafiato sugli impervi monti del Karwendel e sulla valle Halltal.

Descrizione del percorso:
Partendo dal rifugio Pfeishütte si segue il sentiero 221 (= Via Alpina) in direzione est con una lieve pendenza fino allo Stempeljoch, che si trova tra la cima Pfeiser Spitze e la cima Kleine Stempeljochspitze. A 2215 metri di altezza si raggiunge il passo tra la cima Pfeiser Spitze e la cima Stempeljochspitze. Da qui in avanti si prosegue con una ripida discesa su un sentiero ghiaioso. ATTENZIONE: All’inizio dell’estate sul ghiaione Stempelreise ci sono spesso accumuli di neve vecchia, che alle prime ore del mattino risultano ghiacciate (pericolo di caduta: ramponi da neve e bastoni offrono una protezione ottimale)! Dopo una discesa di circa 140 metri di dislivello si gira a sinistra sul sentiero Wilde-Bande-Steig. Anche a questo varco si trovano spesso strati di neve vecchia. Inizialmente si procede con lievi dislivelli in direzione Lafatscher Joch passando sotto le pareti est e sud della cima Stempeljochspitze, del Roßkopf, così come del Großer e del Kleiner Lafatscher. Prima del Lafatscher Joch (2081 m) si percorrono ancora circa 80 metri di dislivello. Da qui il sentiero 222 (= Via Alpina) continua in lieve salita in direzione est attraverso il Kleine e il Große Speckkar. Nel fare gli ultimi metri per giungere al rifugio Bettelwurfhütte si fruisce di una vasta panoramica sulla valle Halltal e sulla valle Inntal. Il rifugio troneggia come un nido d’aquila sulla parete sud del Kleiner Bettelwurf.

Informazioni interessanti:
Dopo aver attraversato lo Stempeljoch si imbocca il sentiero Wilde-Bande-Steig. Questo fu creato nel 1929 dal club alpino di Innsbruck chiamato “Wilde Bande”, in stretta collaborazione con i lavoratori delle miniere di sale, e porta fino al Lafatscher Joch. Ogni anno, il 20 ottobre, i membri del gruppo salivano passando per l’Hungerburg e la forcella Arzler Scharte fino allo Stempeljoch, per festeggiare l’anniversario della fondazione avvenuta nel 1878.

Visto da vicino!

Piante e animali in questa tappa

Durante ogni singola tappa è possibile scoprire specie animali e vegetali tipiche della zona. La diversità della montagna si riflette anche nella varietà dei suoi abitanti.

This post is also available in: Deutsch English